Le nostre miniguide ci svelano la storia e le meraviglie del sito di Colombarone

Avete mai viaggiato nel tempo? Avete passeggiato nel cortile di una ricca villa di epoca romana, sostando presso il ninfeo? O percorso l’ampia navata di una basilica paleo-cristiana fino al suo abside? Tutti coloro che nelle giornate FAI di primavera del 23 e 24 marzo hanno visitato il sito archeologico di Colombarone hanno potuto fare questo e molto altro.

Nella giornata del FAI di domenica 24 Marzo i nostri Apprendisti Ciceroni hanno accompagnato centinaia di visitatori in un viaggio lungo sedici secoli srotolato in alcune decine di metri quadrati.

Nel sito di Colombarone, poco lontano dalla via Flaminia, si trova una villa del III secolo, poi trasformatasi in basilica medievale che ha avuto una continuità d’uso fino a essere ridotta alle dimensioni di una pieve e di una chiesuola rurale.

Abbiamo potuto ammirare i mosaici pavimentali delle terme a motivi geometrici bianchi e neri, quelli della sala dei banchetti a motivi floreali e il basamento del triclinio divenuto poi abside della basilica. Intorno ad essa sono state rinvenute tombe a fossa e a cappuccina, in alcune delle quali sono ancora ben visibili i loro occupanti.

Gli Apprendisti Ciceroni hanno dato prova di grande professionalità: con precisione e competenza hanno ricostruito la storia così stratificata e complessa del sito, fornendo spiegazioni e dando risposte a tante curiosità.

Le vicende della storia locale, anche quelle più lontane nel tempo, possono vivere ancora grazie alla passione che le nostre giovani guide hanno dimostrato.

Gli Apprendisti Ciceroni che, seguiti da alcune docenti di Lettere, hanno preso parte a questo progetto sono:

Rossini Anna Benedetta 3A, Stefanelli Sofia 3B, Remedia Holly 3C, Paolucci Viola 3C, Crudelini Matilde 3D, Pascucci Francesco 3D, Arghittu Chiara 3D, Accardi Vittoria 3D, Fabrizi Luca 3E, Giovannini Giacomo 3E, Fraternali Grilli Giovanni 3E, Mancini Luca 3F