Pesaro, studenti 10 e lode. Premiati 179 allievi della provincia

Dal Resto del Carlino – Pesaro,, 5 Luglio 2019

Cerimonia all’ Alighieri. Una di loro: mi sono sempre impegnata, me l’aspettavo. L’assessore: “Vittoria di ragazzi e genitori”

di RICCARDO DAMIANI
Premiati gli studenti da 10 e lode (Fotoprint)
Premiati gli studenti da 10 e lode (Fotoprint)
Pesaro, 5 luglio 2019 – 10 e lode. Il massimo dei voti. Un traguardo che 179 studenti degli istituti secondari di primo grado, ex scuole medie, hanno raggiunto al termine del percorso di studi. E come da ricorrenza sono stati premiati con la consegna di un attestato. Ieri pomeriggio, nell’auditorium dell’istituto Dante Alighieri, è avvenuta la cerimonia. Presenti ed emozionati, oltre ai ragazzi, genitori, nonni e parenti dei piccoli geni. Ad accoglierli il personale scolastico dell’istituto, gli insegnanti, l’Assessore alla Crescita con delega alla Scuola Giuliana Ceccarelli,la Dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Marcella Tinazzi, e il Preside dell’istituto Alighieri, Roberto Franca.

Il gran numero di premiati, 179 studenti di tutta la provincia, ha costretto gli organizzatori e dividere l’evento in due. Dalle 17 e 30 hanno ricevuto l’attestato i ragazzi dell’entroterra mentre per le scuole di Pesaro, Fano e Gabicce la cerimonia è iniziata alle 18 e 30. Prima di iniziare la docente Cinzia Battistelli ha letto ai giovani «Le ali servono per volare» di Jorge Bucay, un augurio di buona vita rivolto a chi sogna in futuro di poter spiccare il volo.

«Mi fa molto piacere – ha commentato a margine l’Assessore Ceccarelli – essere presente a quest’evento. E’ un’iniziativa che abbiamo avviato cinque anni fa, nel mio primo mandato, perché volevamo dare merito anche agli studenti delle scuole medie oltre che a quelli che escono dalle superiori con il massimo dei voti. E’ una vittoria di ragazzi e genitori. La conoscenza è ciò che ci salverà, tutto questo è un importante investimento sul nostro futuro».

Tanta emozione da parte di tutti i presenti, gli occhi dei partecipanti facevano trasparire la gioia per aver conseguito un importante risultato, il primo nel cammino di questi giovani verso il mondo dei grandi. Un percorso che è stato condiviso insieme alle famiglie e ai docenti, gli adulti che guidano nel periodo dell’adolescenza le scelte e le ambizioni della futura classe dirigente. La scuola come elemento imprescindibile, di preparazione e conoscenza.

«Sono molto contenta – ha dichiarato la Dirigente Tinazzi davanti alla platea – di vedervi qui. Sono orgogliosa di questo risultato che avete conseguito, al termine di un percorso eccellente. Non si arriva a questo risultato, ovvero il massimo, senza un cammino alle spalle e senza una guida da parte della famiglia. Mi piacerebbe darvi appuntamento fra 5 anni, quando uscirete dall’esame di stato. Augurandomi che lo farete anche in quel caso con eccellenza. La comunità educante fa crescere un bambino».

Emozioni forti, come quelle di Maya una ragazza di Urbino arrivata alla premiazione insieme alla famiglia: «Dopo 8 anni di impegno e sacrifici è emozionante ricevere un premio per quanto fatto. Una bella soddisfazione. Vengo dall’istituto Volponi di Urbino e ho già le idee chiare. Farò il Liceo Linguistico sempre nella mia città. Non nascondo che me lo aspettavo, mi sono sempre impegnata per raggiungere il massimo in tutte le materie».